5. Voglio ricomprare la mia casa in asta e non mi interessa se rimango con i debiti tanto sono nullatenente- Avrò fatto bene a pensare tutto ciò ?

Continuando con questa serie di articoli volti a spiegare il perché non sia assolutamente una cosa saggia tentare di far riacquistare il tuo immobile tramite la normale procedura d’asta e come già ampiamente spiegato negli articoli 1.2.3.4 del blog

  1. https://resvolta.it/ho-subito-un-pignoramento-posso-ricomprare-la-mia-casa-allasta-e-la-soluzione-giusta/
  2. https://resvolta.it/posso-far-comprare-ad-un-mio-parente-la-mia-casa-allasta-e-posso-fare-un-mutuo-o-ottenere-un-prestito-per-ricomprare-la-mia-casa-allasta/
  3. https://resvolta.it/io-o-un-mio-parente-possiamo-essere-finanziati-o-rifinanziati-per-saldare-il-mio-debito-e-riacquistare-salvare-la-mia-casa-allasta/
  4. https://resvolta.it/cosa-vuol-dire-decadenza-dallaggiudicazione-e-cosa-succede-se-si-verifica/

che ti invito a leggere per avere un quadro più completo; questa volta voglio parlare di una obiezione/risposta che spesso, per non dire sempre, viene rivolta sulla base (secondo me) di un mero istinto dovuto alla normale psicologia umana che rifiuta ciò che meno ci piace…

Premesso che il concetto di nullatenente cozza con la volontà di voler partecipare”riacquistare” ad un asta e che potrebbero consumarsi fiumi di inchiostro sviscerando questa argomentazione dai mille volti…

Al momento in cui viene spiegato che esiste una o più alternative per potersi esdebitare uscendo puliti dal debito senza compromettere la propria esistenza ed il proprio futuro finanziario e che, al ricorrere di determinati presupposti e/o liquidità, di salvare anche l’immobile, si continua ad intestardirsi nel voler far scivolare le cose, lasciando che gli eventi scorrano, come se da un momento all’altro possa accadere qualcosa di miracoloso che risolva tutto, adducendo come motivazione.. che tanto si è nullatenenti e che a nulla rileva il fatto di continuare a rimane indebitati  nel futuro prossimo e così via…(come se stessimo parlando di cose irrilevanti o banali e che in un futuro prossimo tutto fili liscio senza che nulla possa sfiorarci)

A prescindere che davvero mi risulta incomprensibile il perché non si debba tentare una strada che si prefigga lo stesso risultato(quella che noi di Resvolta prediligiamo)ma con la differenza di risollevarti ripulendoti dal debito,consentendoti anche di tornare ad una vita serena(oltre ad essere nuovamente finanziabile e senza veder compromesse decisioni future) e nonostante capisca la situazione e l’approccio psicologico ad essa legato, il perché non si tenti di sforzarsi nel ragionarci su banalizzando,invece,un problema che tutto è fuorché banale o semplice da risolvere,è davvero incomprensibile.

Nonostante le spiegazioni dettagliate fornite,la risposta a capo chino e senza sentir ragioni è:

no no ma noi la ricompriamo in asta” (in realtà vogliono dire che la faranno ricomprare in asta al fratello, al figlio o terzi )

Quindi l’equazione è : nullatenente + ricompra casa il parente = sto apposto !!

Come avrai modo di leggere altri articoli del blog ti renderai conto che non è propriamente così…

Ok, tralasciando il fatto che,qualora la situazione lo consentisse, dato che si presume che debba esserci della liquidità per affrontare questo acquisto in asta… (se dici di voler ricomprare dovranno pur esserci realmente questi denari o no?) e tralasciando sempre il fatto di dover ripetere che al ricorrere di tali circostanze potresti fare benissimo la stessa cosa con la differenza però di uscirne pulito e non con il resto del carico di debiti sulla schiena; credo che tale risposta sia dettata dal fatto che realmente si sconoscano procedure diverse e certamente più complesse,rispetto alle strade apparentemente più semplici figlie di luoghi comuni e leggende metropolitane che,alla fine,non faranno altro che impedire una lucida valutazione catalogando(a torto o ragione)ogni soluzione che esuli dall’ordinarietà di ciò che si sente dire(chiacchiere da bar)come possibili truffe o robe strane…

OK d’accordo su quest’ultimo punto tranne che sul fatto che faresti bene,quantomeno,ad ascoltare ed informarti con fonti accreditate,professionisti esperti,senza avere i paraocchi,e solo dopo, valutare e decidere

Tornando a noi..

Ma chi ti dice e dove sta scritto che riuscirai per certo in questa missione? ovvero chi ti assicura che riuscirai a far aggiudicare l’immobile a qualcuno a te vicino?

Ho già detto , salvo tu non preveda il futuro, che potrebbe presentarsi in asta qualcuno,un perfetto estraneo,con grande interesse verso l’immobile,agguerrito e con maggior liquidità,che di fatto faccia cascare il tuo fragile castello di carta costruito su mere illusioni, e tieniti forte… non ti ho ancora parlato delle azioni che i creditori stessi,anche a mezzo di società partecipate e non,possono compiere quando intuiscano esiti,per loro,non soddisfacenti…ma questo,data la complessità dell’argomento,sarà oggetto di un prossimo articolo

Ecco perché sostengo che il mondo del credito o del debito come dir si voglia, non può essere raccontato, banalizzato da chi gravita in ben altri settori o da chi non conosce certe procedure o più semplicemente crede che partecipare ad un’asta sia un gioco da ragazzi. Delle volte anche gli stessi professionisti non prettamente specializzati in questa nicchia sconoscono o comunque incontrano difficoltà con certi meccanismi.

Non solo, stai dando per scontato di fare tutto correttamente, ma chi ti dice che umanamente o a causa della mancanza di conoscenza della materia ed informazioni varie, tu non commetta un banalissimo errore, ad esempio nella presentazione della domanda di partecipazione e delle attività connesse, sufficiente a farti escludere dalla partecipazione in asta ?

Sei lì ! Magari anche da solo, non si è presentato nessuno, il delegato apre la busta e riscontra una irregolarità sulla quale non è possibile soprassedere e viene respinta la tua offerta/partecipazione,l’asta viene rinviata, ed al successivo esperimento di vendita con ribasso, questa volta, sono presenti molti altri concorrenti che con ogni probabilità ti soffieranno l’immobile

Alla fine,realizzi l’amara realtà e non riesci nel tuo intento…

Cosa hai concluso? avresti potuto risolvere diversamente…?

Se TI STAI DOMANDANDO SE ESISTE UN MODO PER EVITARE TUTTO CIO’, LA RISPOSTA È SI

Tuttavia tu sei di coccio e magari, come spesso succede, potrai ancora rispondere dicendo che tanto il tuo immobile non lo vuole nessuno perché non è appetibile e che prima o poi l’asta verrà estinta riconsegnandoti il possesso della casa.

Anche in questa occasione, pur esistendo effettivamente la possibilità che si arrivi ad un punto in cui l’eccessiva svalutazione dell’immobile determini la scelta del giudice di estinguere la procedura in quanto le cifre non sarebbero nemmeno sufficienti a colmare le spese anticipate dai creditori; pur ammettendo che effettivamente per immobili di scarsissimo valore ed appeal ,ubicati in zone degradate la cosa accada sovente, la domanda che dovresti porti è : siamo sicuri che il creditore rimanga inerme ? siamo sicuri sicuri che ciò accadrà ? e anche se così fosse… avrò risolto il problema definitivamente ?

Se il tuo scopo era solo quello di rientrare “in possesso” dell’immobile allora sì, ma se credi che chiusa la procedura esecutiva si sia risolto anche il tuo debito e tutto ciò che possa essere collegato ad esso, allora stai commettendo un gravissimo errore!! stai prendendo un grossissimo abbaglio!!

Il tuo debito è ancora li che respira, a breve sarai nuovamente punto e a capo e non solo, potresti ricevere altri tipi di aggressioni(non esiste solo il pignoramento immobiliare) da parte dei soliti creditori o di altri che se ne aggiungeranno e che di certo non dimenticano…

Devi entrare nell’ottica di decidere quale sia la priorità, la casa o la serenità tua e quella della tua famiglia

Cos’è più importante ?

Tutte e due potresti rispondere

Purtroppo e spesso, arrivare ad ottenere così tanto è davvero molto molto difficile

Il consiglio invece è quello di analizzare bene la tua situazione tentando di capire quale possa essere l’alternativa migliore e solo dopo,decidere come muoversi, spetterà a te ascoltare il consiglio o meno e non dimenticare ! Il tempo gioca un ruolo fondamentale,prima ti attiverai meglio è,lasciar scorrere gli eventi sperando che qualcosa di buono accada è un grosso azzardo,per non dire altro..

Se poi vorrai continuare a ripetermi che tanto sei nullatenente etc. etc. etc dovrei ricordarti che forse non stai considerando molti altri aspetti , di cui però parlerò più dettagliatamente in altri articoli, ovvero ai rischi che corre colui che ti fece da garante(ovviamente se presente nel contratto di mutuo/finanziamento),il coniuge non esecutato in comunione dei beni etc etc,tutte persone verso cui hai delle responsabilità ed un debito di riconoscenza e che dovrebbero far riflettere sulla possibilità di percorre strade che possano risolvere definitivamente il problema e non aggravarlo, a causa di scelte kamikaze e mancata informazione,il tutto per ottenere egoisticamente un risultato utile solo a te.

Non solo! stai anche sottovalutando il fatto che il tuo problema potresti trasferirlo ai tuoi eredi (anche se in tale circostanza esistono soluzioni che però non possano prescindere da alcune rinunce).

Ricordati anche che sarai privo di ricevere un’eredità da parte di terzi,donazioni,vincite,nuove entrate liquide etc etc senza evitare il rischio che possano essere attaccate

Ci hai mai pensato ?

Hai mai pensato che nonostante il tuo status di nullatenente e/o disoccupato, sei magari,giusto per fare un esempio,una di quelle persone in procinto di ricevere dei rimborsi per un risarcimento danni successivo ad una causa poi vinta o dei premi assicurativi non coperti da impignorabilità  e che tale notizia possa far certamente  piacere al tuo creditore ? conosci più in generale cosa significhi «pignoramento presso terzi» ?

Hai mai pensato che pur essendo consapevole che esistano delle soglie di impignorabilità come quella della pensione comunque non potrai fare pieno affidamento su cifre residue comunque irrisorie ?

Hai mai pensato che, giusto per fare un esempio, se disgraziatamente dovessi ammalarti o dovesse guastarsi l’auto o dovessi far fronte a qualsiasi altra spesa che esuli da quelle ordinarie, dovrai attingere a quel poco di liquidità che hai sottraendola ad altri scopi primari ?

Ma perché complicarsi la vita quanto è possibile tentare strade in grado di risolvere definitivamente il problema del pignoramento e dei debiti ad esso collegati

Esiste davvero questo metodo ? ormai lo avrai capito, Si!

Potrei continuare dicendoti che pensare ad una persona, senza beni intestati, come una persona al riparo da qualsiasi pressione o pignoramento presente o futuro sia un errore.

Te lo dico perché è bene non dare nulla per scontato. Da un lato, infatti, come ti ho già ribadito,non è solo il patrimonio del debitore che il pignoramento può colpire ma anche i flussi di reddito ; esistono alcuni beni che, se anche non sono “formalmente intestati” al debitore, possono essere ugualmente pignorati. Anche quando non si ha conoscenza di beni o redditi intestati al debitore, capita che gli si mandi ugualmente l’ufficiale giudiziario a casa per tentare un pignoramento dei beni mobili(salvo una casistica definita)e questo succede molto spesso quando il tuo creditore non sia una banca o il fisco ma bensì un privato(ad esempio qualcuno che non hai pagato..)

Una ripicca? Un accanimento volto solo ad infastidire? alcune volte sì, ma non sempre.

Gli addetti al settore sanno che, non poche volte, un pignoramento fa miracoli: scopri così che persone apparentemente senza redditi trovano come per incanto i soldi per pagare.

Perché ?

Perché inutile nascondersi dietro a luoghi comuni o frasi fatte, sappiamo tutti che esiste spesso ricchezza (e non mi riferisco solo a denaro bensì anche ad oggetti di valore) nascosta e non dichiarata;

Perché a nessuno fa piacere ricevere l’ufficiale giudiziario a casa, col rischio che qualcuno cominci a spettegolare a destra e sinistra spiattellando l’accaduto e dunque, di riflesso, la tua situazione con conseguente screditamento sociale.

Ma come fanno i creditori a sapere tutto ciò ti domanderai..

Un tempo avviare un pignoramento era un’operazione dagli esiti davvero incerti, il creditore non aveva registri, se non quelli dei beni immobili, su cui affacciarsi e cercare i beni del debitore. Oggi non è più così: tutti i redditi intestati ai contribuenti, i conti correnti, le pensioni, gli stipendi, le pigioni sono iscritti in un database, la cosiddetta Anagrafe Tributaria cui, da qualche anno, hanno accesso anche i creditori (ci vuole prima l’autorizzazione del tribunale). Così ecco che si scopre come una persona, o un anziano con una pensione al di sotto del minimo, privi di alcun immobile intestato e/o di auto o altro, percepisca magari uno stipendio per un part-time o le provvigioni da una azienda per la quale svolge un lavoro o anche l’affitto di altri beni

Ci sono poi dei beni formalmente di proprietà del debitore anche se questi non li ha acquistati per non avere redditi a sufficienza. Si pensi al caso di un soggetto in comunione dei beni con la moglie: i creditori possono pignorare anche il 50% dei beni di quest’ultima. E poi ci sono le quote di una eventuale eredità o i beni in successione non ancora divisi, ma tutto questo te lo avevo già anticipato…

Per i debiti contratti dai minorenni c’è anche il patrimonio dei genitori su cui avvalersi.

Non è tutto,andando a fare una visura in capo al debitore, spesso si scopre che questi, in concomitanza con la nascita del debito o poco dopo, si è spogliato volontariamente dei propri beni immobili, donandoli o vendendoli a parenti o amici. Ebbene, tali atti, di cui parleremo in un apposito articolo più dettagliato, se non sono decorsi cinque anni dal loro compimento, possono essere revocati in quanto prodotti in frode al creditore

Se sei un giovane nullatenente e/o disoccupato la tua situazione risulterà ancor più precaria in quanto, per il creditore, varrà la pena aspettare, guardano anche alle aspettative di vita….

Chi ti dice, di fatto, che ad un certo punto tu non possa trovare un lavoro regolare e stabile con busta paga e contributi pagati (se stai pensando che TFR o TFS non possano essere pignorati ti sbagli di grosso)  e cosa credi che accadrà se ciò dovesse verificarsi ?

Che te lo dico a fare…

Potrai permetterti di sognare di acquistare una casa con un mutuo come tanti altri o comprati un’auto anche a rate ?

La risposta è No e sai perché? perché sei nella blacklist dei cattivi pagatori, perché sei hai o peggio inconsapevolmente hai ereditato un debito,tutto questo ti verrà precluso in quanto la legge sancisce che in presenza di un debito ne risponderai sempre con tutti i tuoi beni presenti e futuri

In tutto ciò Resvolta può aiutarti?

Si!! L’importante è che tutto sia preventivamente passato al vaglio e vengano effettuate, a seconda del caso ed al ricorrere di determinati presupposti(non ultima la tua serena collaborazione)le giuste verifiche,mosse e strategie!

Se il tuo immobile e già all’asta (ma ancor di più se non lo è ancora), sai bene quale soluzione prediligiamo, bisogna conoscere e saper fare bene tante cose… affinché si riesca a raggiungere un accordo risolutore ed una rinuncia delle pretese creditorie, bisogna avere alle spalle, come noi di Resvolta, legali ed altri professionisti esperti nel settore immobiliare e del credito, che facciano questo quotidianamente.

IL NOSTRO “METODO SVOLTA” probabilmente è ciò ce fa al caso tuo, proprio perché tiene conto di tanti dettagli, utili a capire quale possa essere la strada giusta, delle volte anche diversa da quella che pratichiamo con frequenza e già predetta

SE ti stai anche chiedendo, come è giusto che sia:

Ma perché lo fate?

Cosa fate in concreto?

Come lo fate?

Cosa guadagnate?

Perché i creditori dovrebbero dire di sì a voi e non a me?

Perché i creditori dovrebbero accettare una cosa del genere?

Etc….

Se vuoi conoscere la soluzione al tuo problema e la risposta a queste ed altre domande, non devi far altro che contattaci adesso compilando il form presente sul sito https://resvolta.it/ o alla fine di questo articolo e verrai ricontattato anche solo per una semplice chiacchierata, saremo oltremodo trasparenti e sinceri e siamo certi che comunque, potrai trarne solo che benefici, saremo ben lieti anche solo di averti aperto gli occhi!!

Non solo…

Saremo ancor più felici di spiegarti cosa potresti guadagnare affidandoti a noi, qualcosa che neanche immagini, oltre che indicarti la strada per maggiori garanzie future, basta agire nel modo giusto!!

Vuoi sapere cosa?

Contattaci e avrai una risposta anche a questo

E RICORDA SEI TU IL PADRONE DEL TUO DESTINO

torna al blog

Vuoi altre informazioni? Contattaci compilando il form

    Grazie! Il tuo messaggio è stato inviato con successo!
    Impossibile inviare il messaggio. Si prega di correggere gli errori e riprovare a inviare.